Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Danton ‹dãtõ´›, Georges-Jacques

Danton_001Oggi, 14 novembre, la mattina dopo l’attacco jihadista a Parigi, ho cercato e riletto alcune brevi biografie di Danton che si trovano sul web. Di seguito il paragrafo finale della voce DANTON, Georges-Jacques di Francesco Ercole – Enciclopedia Italiana (1931) tratta da http://www.treccani.it/enciclopedia/georges-jacques-danton_(Enciclopedia-Italiana)/

“Due interpretazioni opposte si son date della personalità di D. Secondo la prima, D. sarebbe stato un ardente democratico, un sincero patriota, un grande uomo di stato (Robinet, D., Mémoires sur sa vie privée, Parigi 1865, 3ª ed., 1884; id., Procés des Dantonistes, Parigi 1879; id., D. émigré, Parigi 1887; id., D. homme d’État, Parigi 1889; A. Aulard, Les orateurs de la Législative et de la Convention, Parigi 1885, 2ª ed., 1906, II, pp. 165-225; id., Études et leçons sur l’hist. de la Rév. française, Parigi, I, 1893; II, 1889; IV, 1904; V, 1907; IX, 1924). Secondo l’altra interpretazione, D. sarebbe stato un politico senza scrupoli, senza ideali, corrotto (Mathiez, Études robespierristes, I, Parigi 1917, pp. 31-134; id., Danton et la paix, Parigi 1919; id., Autour de D., Parigi 1926; id., D. L’histoire et la légende, in Annales historique de la Rev. franç., IV, pagine 417-61). Un tentativo di conciliazione tra le due tesi rappresenta L. Madelin, Danton, Parigi 1914. In italiano non v’è di notevole che Gen. Filareti, (pseud. di A.C. Alemagna), D. e Robespierre, Milano 1922”.